BOXE & BLUES

“Le anime capaci di brillare, sono quelle che hanno avuto l’esperienza di resistere alla vita, cantando, barcollando e rialzandosi in piedi all’ultimo istante”

 

Boxe and Blues sono 5 racconti, ma non ci troverete dentro storie di musicisti o di pugili; dentro troverete storie di vita quotidiana, di anime piene di lividi. Troverete racconti di persone capaci di brillare sul bordo, di restarci sin quando il fiato viene a mancare e sin quando le ginocchia iniziano inesorabilmente a cedere.
Antonio Belardinelli


“tutto si risolve qui, in questo istante. Ogni cosa che tu puoi avere fatto, si chiude qui. Riesci a seguirmi? non si tratta di colpire l’avversario. Quello accadrà, accadrà decine di volte durante l’incontro. Lo colpirai così tante volte che non ricorderai più di avere le braccia attaccate al tronco. No, quello che risolverà tutto, sarà quando entrerai nelle sue difese senza che lui se ne accorga. Potrai passare dove vorrai o potrai. Sarà un solo movimento, fluido, pulito. Non troverai le sue braccia, i suoi gomiti. Non troverai nulla. Entrerai e saprai di avere fatto il tuo lavoro. La velocità scomparirà, scompariranno i rumori. Non ci sarà distanza tra il tuo corpo e la tua mente. Troverai l’inganno esatto, troverai il giro giusto, il ritmo perfetto. Sarà merito di una combinazione o di un colpo improvviso. In quell’istante avrai chiuso il tuo cerchio. Avrai trovato il tuo respiro”


“Così, senti il respiro? È come acqua, sei un assettato, ma non devi bere senza controllo, non ha senso, non ti basterà mai. Devi controllare tu quanto bere, non esagerare ma non morire. Ecco, ora acceleriamo, ma solo con le gambe, il respiro no. Devi controllarlo. Devi avere il controllo di ogni fottuta cellula del tuo corpo. La tua è solo paura, sei così intriso di paura che non te ne accorgi. Ora dici che sei stanco, ma non è vero, non c’entra nulla. Respira come si deve, controlla e smetti di avere paura. Tu hai paura di sentire male, e ti capisco, e sai cosa ti dico: sentirai male, è inevitabile. Ora testa alta, sorridi, stai facendo la cosa più bella che c’è: stai correndo, stai resistendo e stai respirando


no, non hai capito nulla, non devi scappare, ti ho detto di difenderti, non di scappare. Alza quelle braccia, avvicina i pugni, i gomiti. No, non così, le braccia più alte. Ecco, vedi cosa succede? Bang e ti fai saltare da solo il sopracciglio. Così, più alto ancora, ecco, così, bravo. Vedi? Non hai capito cosa sta per accadere ? E’ questa la differenza: tra scappare e difendersi. Scappi se non hai capito cosa sta per accadere, ti difendi quando hai capito. Devi fare una gabbia attorno a te, non puoi scoprirti a questo modo, ecco, così, bravo. Se ti scopri qui o nella vita sei finito, non scoprirti mai, non troppo e ricordati di respirare. Perfetto, così, ora arrivano, vedrai quante ne arrivano, sarà una tempesta. Farà male e non ti lascerò molta strada sai. Proverai a tornare in guardia o a schivare o a reagire e sai, farai anche bene a provarci, ma dovrai scegliere il momento giusto. Adesso copriti, respira e aspettati il peggio


BOOKABOOK

Vai alla pagina di Antonio su bookabook

bookabook

© Copyright 2016 - Sestri Levante Blues & Soul Festival

Seguici :